È in vendita il libro con la raccolta delle zirudelle. Insieme al libro verrà dato il CD di canzoni dialettali.
Costo 10 euro
 
     
     
 
     
 


La novità
un capo poli valente

Uno vota un dirigente,
parchè a li vad molto efficiente,
non un cap dico ordinario,
noo un cal dvainta un Segretario.
Al finès il segretariato
Questo qui lui viene inviato,
pinsée mò slé un queel normel
a fer al cap lè in Castel ,
e po’ saimper cla persona
a tgnir a Vgnola un’etra zona.
In dal vadrel indafarée
Un un dè al see dmandée:
“A tgnir dau zone cuma fal
agh vool na forza da caval,
agh segh fundarà al zarvel
seguir Vgnola e po’ Castel.
Al preocupaziaun son certo tante
Al gavrà na memoria da elefante!”
Dap na stmana cl’era lè,
avam fat cla squerta chè,
che in testa non nella panza
forse al gh’ha na discrepanza.
Se un agh dis:”Manca la carta”
A val zur lui parte in quarta,
però dir che ha dinamismo
è sicuro un eufemismo,
perché quel che s’è ordinato
al dè dap è già scordato,
avair la cherta par sugher al man
all’incirca agh vool dau stman.
Essendo una fumatrice,
soo mujera un dè gli dice:
“Par piesar um tot edman
al zigarat e anc al pan “
Essendo il nostro dirigente
Un marito diligente
Al va là dal tabaccaio
Ma combina un grosso guaio.
Al zigarat va per comprare
Ma col pacat che va a ordinare
Insieme alle sigarette
Anche il pane lui ci mette
La tabachera a li guerda stran
Po’ la fa :”Chè an gh’ée menga sal al pan”
A val zur che par tri dè
Lulè al fa cal sbali lè,
po’ un dè cal dirigente
al va là tot sorridente
lée sul punt di ordinare
la tabachera a li va a fermare:
“Caro Maurizio sal vool edman
truver chè na ciopa ed pan
am mla dev inco urdner,
ed dmataina agh gla fagh truver.